SOSPENSIONE DELLE ASTE: È POSSIBILE SALVARSI DA UN PIGNORAMENTO?

sospensione delle aste: come salvarti da un pignoramento

Il decreto legge del 8 marzo 2020 promulgata per fronteggiare l’emergenza COVID-19, ha introdotto dei cambiamenti anche nel mondo delle aste immobiliari che sono state sospese fino al 6 settembre 2020.

Inoltre è stata introdotta una sospensione della durata di sei mesi di qualunque procedura esecutiva immobiliare relativa alle abitazioni principali.

Ciononostante, se tuo malgrado ti trovi in una situazione di difficoltà e ti è stata pignorata la casa, non significa che tutto si sia finalmente sistemato. Tuttavia avrai un po’ di tempo in più per correre ai ripari e trovare una soluzione per liberarti del debito e risolvere il tuo problema.

Esistono diverse strade che puoi percorrere per mettere una pezza alla tua situazione e salvarsi da un pignoramento:

  • Ricorrere al saldo e stralcio
  • Approfittare della Legge sul sovraindebitamento
  • Affidarti alla conversione del pignoramento

Ci sono varie strategie da seguire e qualsiasi sia la più adatta al tuo caso, il primo fondamentale passo che dovrai compiere è uno solo. Scegliere un professionista competente che possa guidarti al meglio verso la risoluzione del tuo problema.

Saldo e stralcio

Ricorrendo al saldo e stralcio il debitore insolvente può proporre di regolarizzare la sua situazione pagando al creditore, in un’unica soluzione, una cifra inferiore rispetto all’ammontare del debito.

Non è detto però che il debitore abbia comunque la disponibilità per saldare il dovuto, seppur in forma ridotta. Se però la sua casa fosse già stata pignorata, o addirittura messa all’asta, il debitore avrebbe sempre la possibilità di venderla privatamente prima dell’aggiudicazione. Con il ricavato, sanare la sua posizione e magari comprare un’abitazione nuova per sé e la propria famiglia.

È molto importante tenere in considerazione questa possibilità, perché la vendita all’asta della casa potrebbe non dare un ricavato sufficiente alla copertura del debito. In questo caso, il creditore potrebbe proseguire con la sua azione di pignoramento fino al raggiungimento della cifra dovuta. Va ricordato infatti che, oltre alla casa, ci sono altri beni che possono essere pignorati: automobili, arredi e conti correnti .

Sebbene la cifra concordata per il saldo e stralcio sia inferiore al totale del debito accumulato, un accordo in questo senso può essere vantaggioso anche per il creditore. Non è detto, infatti, che dalla vendita all’asta dei beni pignorati si riesca a ricavare una somma superiore a quanto concordato per il saldo e stralcio, e nemmeno si ha la certezza di quanto tempo occorra prima di entrare in possesso del denaro.

Legge sul sovraindebitamento

è possibile salvarsi da un pignoramento anche in altri modi.

La legge 3/2012, anche nota come Legge sul sovraindebitamento, offre al cittadino in comprovate difficoltà economiche la possibilità di tagliare l’importo del debito accumulato.

Grazie alla Legge sul sovraindebitamento il debitore può stipulare un accordo con il creditore per il pagamento del suo debito in forma ridotta, in relazione alle sue reali possibilità economiche.

Conversione del pignoramento

Con conversione del pignoramento si descrive la possibilità per il debitore esecutato, prima della disposizione della vendita, di sostituire i propri beni pignorati con una somma di denaro equivalente, comprensiva però delle spese dell’esecuzione.

Per poter usufruire di questa possibilità, il debitore deve depositare presso un istituto di credito stabilito dal giudice una cifra pari a un sesto dell’importo del debito per il quale è stato eseguito il pignoramento. La rimanente parte dovrà poi essere saldata in rate mensili per un totale massimo di 48 mesi.

Le possibilità di salvarsi, almeno in parte, da un pignoramento sono diverse e concrete. Perché queste possibilità non si trasformino però in occasioni sprecate è importante affidarsi a un consulente esperto del settore.

In AstaSim troverai dei professionisti qualificati esperti in esecuzioni immobiliari che sapranno suggerirti quale sia la soluzione migliore per la risoluzione del tuo problema.

Che i tuoi problemi siano dovuti al mancato pagamento delle rate di un mutuo, di spese condominiali o di debiti con Equitalia, non fa differenza. In AstaSim troveremo il modo di aiutarti a superare questo tuo momento difficile.

Non scoraggiarti e agisci!

Chiamaci al numero 0321 32295 per fissare un appuntamento esplorativo, oppure scrivici all’indirizzo consulenti@astasim.it e raccontaci brevemente la tua posizione: ti risponderemo in brevissimo tempo!

Condividi il nostro articolo con un amico

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *