LEGGENDE METROPOLITANE SULLE CASE ALL’ASTA!

leggende metropolitane sulle case all'asta novara

Ciao, sono Jessica Feston e sono un consulente in esecuzioni immobiliari di AstaSim, la prima agenzia a Novara specializzata nell’acquisto di immobili all’asta.

In molti anni che opero in questo settore ho sentito tante leggende sugli immobili all’asta, alcune vere e moltissime fantasiose e di certo non veritiere.

Pertanto, ho deciso di fare chiarezza e condividere con voi tutti i falsi miti sul mondo delle aste.

Quindi, bando alle ciance e vediamo alcune classiche frasi che avrai sentito anche tu sulle case all’asta e scopriamo qual è la verità…

Fidati di me… non comprare le case all’asta perché hanno tutte dei problemi”

Questa frase l’avrai sentita centinaia di volte… ma chi la pronuncia questa frase? Non dicerto un esperto del settore e quasi sicuramente sarà una storia riportata di un cugino o un amico che ha fatto un pessimo affare.

Perché quando compri una casa all’asta, sicuramente, a chi è stata pignorata, avrà avuto dei problemi ma di certo non verranno trasmessi a chi la compra !

Infatti non c’è casa più sicura di quella comprata all’asta! Il Tribunale non mente!

Sicuramente devi affidarti ad un consulente che ti aiuti a capire se la casa è quella giusta e che non ci siano dei diritti di proprietà di terzi o abusi edilizi particolari. Quando acquisti una casa all’asta tutti i debiti, ipoteche e trascrizioni vengono cancellate a carico e spese della procedura, pertanto la casa sarà libera da ogni vincolo.

La casa è abitata, prima che venga liberata passeranno anni”

Questa forse è la seconda frase più inflazionata in questo settore!

Ma questa affermazione non può essere più lontana dalla verità infatti, quando una casa viene aggiudicata, viene sempre liberata.

La liberazione cambia in base al titolo di occupazione ma sempre e comunque viene liberata a carico e a spese della procedura.

I tempi di liberazione sono molto veloci, grazie alle nuove leggi infatti lo sfratto, da quando parte, viene eseguito in un minimo di 60 ad un massimo di 120 giorni.

Quindi in 4 mesi circa, da quando viene emesso il decreto di trasferimento, verranno consegnate le chiavi.

L’unica cosa a cui devi prestare attenzione è se la casa è occupata con contratto di locazione regolare, in quel caso l’inquilino protrà restare all’interno dell’immobile fino alla naturale scadenza del contratto. Ovviamente se si tratta di un inquilino pagante!

Per tutte le altre tipologie di occupazione, che sia il proprietario, un terzo senza titolo, un famigliare dell’esecutato o un inquilino senza contratto di locazione regolare… la procedura inizierà lo sfratto!

Ma tutto quello che ho detto è verificabile prima di partecipare all’asta, quindi affidati ad un consulente che possa controllare tutto quello che ti serve per un acquisto sicuro.

“Se ci sono bambini minori o anziani non li mandi più via”

Questa è una leggenda metropolitana che arriva da anni addietro.

Anche questa frase dobbiamo smentirla, infatti che ci siano minori, anziani o persone allettate all’interno della casa, non possono vantare alcun diritto particolare.

La procedura di sfratto continua regolarmente ma con la differenza che se ci sono minori e la famiglia non può permettersi di andare in un’altra casa, vengono interessati gli assistenti sociali che aiuteranno la famiglia a trovare la miglior soluzione.

Nel caso di anziani o persone allettate verranno sistemati in case di cura appropriate e trasportate con ambulanze medicalizzate.

Nei termini prestabiliti, tutti gli immobili vengono liberati, ovviamente a carico e a spese della procedura.

Questa diceria molto diffusa possiamo ipotizzare che arrivi dalla convinzione che lo sfratto, delle case all’asta, funziona come gli sfratti eseguiti dal proprietario di un abitazione che deve mandar via un inquilino moroso.

In questo ultimo caso infatti i tempi di liberazione sono molto più lunghi perchè l’iter per avere l’ordine di liberazione dal Giudice è molto più lungo e complesso.

Con uno sfratto “classico”, prima di arrivare alla liberazione coattiva, può passare oltre 1 anno.

Quando compri una casa all’asta l’ordine di liberazione viene emesso immediatamente, dimezzando significativamente i tempi.

“Le case all’asta sono tutte vecchie e brutte”.

Falso, di case all’asta ce ne sono tante e di tutte le tipologie.

Certo ci sono anche case che costano 20 mila euro, che sono da ristrutturare totalmente o in quartieri poco carini, ma non tutte sono così.

Nella mia carriera ho visto tantissimi immobili e ho fatto acquistare anche attici da 250 mq in pieno centro, ville d’epoca e ville appena costruite.

Perché all’asta si può trovare anche il fallimento di un’impresa che ha appena costruito, seconde case al mare o in montagna, negozi, capannoni commerciali, terreni edificabili ecc..

Insomma all’asta si può trovare qualsiasi tipologia di immobile e a qualsiasi prezzo.

“Tanto all’asta comprano solo i costruttori e le agenzie perché si mettono d’accordo”.

Ammetto che la prima volta che ho sentito questa frase mi è venuto da ridere… ma dopo la centesima volta ho capito che ci sono persone che ci credono veramente.

Non so esattamente da dove arrivi questa leggenda ma sicuramente molte persone hanno questa idea.

Posso affermare con serenità che anche questa affermazione è FALSA.

Infatti, soprattutto con l’avvento delle aste telematiche, questa “combutta” è impossibile da gestire e ti spiego il perché.

Prima di tutto quando fai l’invio telematico, per procedere con una offerta, la richiesta viene inviata direttamente al portale del ministero della giustizia che a sua volta la inoltra al gestore dell’asta telematica che riceve tutte le offerte d’Italia.

Al delegato alla vendita della tua città viene mandata l’offerta solo mezz’ora prima dell’inizio dell’asta pertanto troppo tardi per fare qualsiasi cosa.

Infatti, alle aste puoi partecipare sino al giorno prima del giorno di inizio della gara.

Inoltre, quando parte l’asta gli offerenti possono vedere solo il numero di partecipanti, che verranno chiamati con numeri o nomi di fantasia.

Quindi anche un eventuale turbativa d’asta sarà impossibile!

Ora che sai la verità, inizia a cercare casa all’asta!

Spero che questo articolo ti sia servito per fidarti un pò di più di questo mercato ormai in espansione.

Se vuoi scrivermi qui nei commenti altri miti e leggende che hai sentito ti dirò se è vero o falso.

Ricordati comunque di affidarti ad un esperto di aste immobiliari, che ti aiuterà nel percorso dell’acquisto.

Noi di AstaSim Ti aiutiamo dalla ricerca dell’immobile, alla visita in loco, all’analisi dettagliata dell’immobile, alla compilazione dell’offerta e alla partecipazione in asta, fino a completare tutti gli adempimenti post asta… per le agevolazioni fiscali, il saldo prezzo, la liberazione dell’immobile e la consegna delle chiavi!

Chiamaci al numero 0321.32295 per fissare un appuntamento con i nostri consulenti oppure scrivici alla mail consuelenti@astasim.it e risponderemo a tutte le tue domande.

AstaSim la certezza di un acquisto informato!

Condividi il nostro articolo con un amico

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *